martedì 31 maggio 2016

Il Reiki è l’Energia Vitale Universale.

Reiki è una via consapevole di contatto con sé, di rilassamento, di risveglio dello spirito, di accesso alla Presenza, di utilizzo mirato ed efficace dell'energia vitale.
Il Reiki è uno straordinario mezzo che ogni individuo ha già dentro di se può e imparare a usare.
Il Reiki è un metodo che stabilisce una connessione diretta tra l’essere umano e l’energia primaria della creazione. E insegna a canalizzare in modo utile l'energia vitale. 
 

IL REIKI È UN METODO DI RISVEGLIO DELLO SPIRITO, CRESCITA PERSONALE E SISTEMA DI AUTOGUARIGIONE.

L'energia viene canalizzata attraverso le mani di chi pratica la disciplina del Reiki, e tende a fluire spontaneamente nel corpo del ricevente nei punti dove è maggiormente necessaria. Il beneficio primario lo trae prima di tutto il corpo che viene educato o ri-educato ad attivare prontamente il nostro naturale processo di guarigione, e ne trarrà vantaggio anche la sfera psichica e mentale che sarà immediatamente più rilassata e calma.

Reiki é un’antica arte di Meditazione basata sul totale Riequilibrio Energetico, in grado di individuare le cause dei blocchi fisici e psichici infondendo energia e benessere.
Inoltre il Reiki é una tecnica, priva di controindicazioni, capace di coadiuvare e supportare qualsiasi terapia e trattamento, di medicina tradizionale e naturale.
Ma la disciplina Reiki é principalmente una via di Crescita Personale, dove la verità, una volta sciolti i blocchi fisici, nutre la coscienza finalmente in grado di ampliarsi oltre i limiti che la mente le ha imposto.


L'approccio alla disciplina del Reiki, costante e profondo nella sua pratica quotidiana, ripristina con incredibile velocità l'Armonia ed Equilibrio originari dell'individuo.


LA GUARIGIONE NATURALE NEL METODO REIKI


Il metodo Reiki è una disciplina che consente, attraverso delle iniziazioni, o armonizzazioni, di diventare canale attivo di energia equilibrata, ripristinando quella connessione energetica tra l’umano e il cosmico che secoli e secoli di condizionamenti culturali e sociali hanno parzialmente gettato nell’oblio: in altre parole, l’uomo ha in un certo senso "dimenticato" la sua essenza spirituale e con essa la sua capacità di conoscersi, di riequilibrarsi, di guarire.


Reiki è un metodo a disposizione di ogni persona per riprendere contatto consapevole, in modo semplice e veloce, con la propria componente di energia vitale. Il Reiki, riarmonizzando corpo, mente e spirito attraverso l’assimilazione cosciente dell’energia cosmica equilibrata, facilita una centratura consapevole del proprio essere ed un’evoluzione individuale attraverso il piano del cuore.


Ogni persona dispone di Energia Vitale Universale: essa è il dono che la creazione ci ha dato. Attraverso l’armonizzazione Reiki l’ingresso a questa fonte di vita (energia vitale) viene spalancato e disponiamo di una rinforzata possibilità di poter percorrere con consapevolezza la via del cuore, ovvero la via della trasformazione verso l’equilibrio e l’armonia.

Il Reiki è anche una disciplina che consente di attivare l’Energia Vitale Universale, dirigerla e utilizzarla per riportare equilibrio energetico dove questo è venuto a mancare, così come per sollecitare processi di guarigione (in senso olistico) laddove ve ne sia bisogno, sia negli altri che in noi stessi. Il Reiki è per tutti! Tutti possono divenire canali attivi di questa straordinaria disciplina; non vi sono di per sé controindicazioni, né limiti legati alla razza, all’età o al sesso. Se si mostra particolarmente utile per persone ammalate, anziani o disabili esso è nondimeno consigliabile a chiunque voglia proseguire il proprio cammino sulla Terra in un sentiero di luce, equilibrio, armonia e consapevolezza.

Dal punto di vista spirituale la malattia è causata da uno squilibrio tra corpo, mente e anima ed energeticamente dal non più corretto fluire dell’energia universale all’interno della nostra struttura energetica. Attraverso il Reiki, nella parte relativa al trattamento, adiamo ad imporre le mani e a trasferire l’energia universale su noi stessi o sulle altre persone: questo aiuterà a ristabilire il corretto fluire dell’energia universale e andrà a stimolare la capacita del corpo di rigenerarsi e ritrovare quell’equilibrio originario che era venuto meno con la malattia, sia dal punto di vista energetico che biochimico.

L’ideogramma stesso del Reiki ci indica che la meta dell’uomo è ristabilire l’unione con Dio, laddove Creatore e Creazione si fondo nell’unica verità. Tutto questo è possibile solamente dedicando del tempo a servire il nostro prossimo, donando Reiki, imparando a controllare la mente, applicando quotidianamente i Cinque Principi e praticando quotidianamente la meditazione. In questo modo andremo a risvegliare e a riprendere piena consapevolezza della scintilla divina che si trova in noi quali figli di Dio creati dalla sua stessa sostanza.

Uomini particolarmente ricettivi sperimentano il trattamento Reiki come amore. E l’Amore, in effetti, è una forza che unisce, che vuole portare a una totalità sempre più grande, fino ad essere un tutt’uno con il creato stesso. In effetti, il vero obiettivo dell’uomo è la realizzazione di questa unità per poter vivere poi di essa. L’anima fa ritorno alla sua patria originaria, la goccia si unisce all’oceano infinito dell’essere e questa unione significa Amore assoluto, sapienza e saggezza, armonia, appagamento e beatitudine.

Il Reiki ci può aiutare a ritrovare questa unità, questa guarigione totale. Per questo Reiki deve essere interpretato come un metodo di guarigione nel senso più ampio.

Reiki è un potente strumento di guarigione, ma soprattutto di Guarigione Spirituale, che è l’unico e consapevole modo per poter portare Luce, Amore e Pace in noi stessi e contribuire alla nascita di un mondo migliore; un mondo dove tutti gli uomini potranno vivere insieme con Pace, Amore e Gioia infinita.

SOLO PER OGGI


Solo per oggi non arrabbiarti 
Solo per oggi non preoccuparti 

Solo per oggi sii grato

Solo per oggi lavora sodo

Solo per oggi sii gentile verso gli altri

I principi del Reiki
L’importanza d’esser presenti a sé stessi, senza ansia e senza fretta. Riuscire a calarsi nella realtà del momento per viverlo intensamente.

Il passato non esiste più e se ci ancoriamo ad esso rischiamo di rallentare il normale fluire; il futuro deve ancora accadere, per cui ancora non esiste, ed una continua attenzione ad esso ci carica di ansia e ci toglie le energie necessarie per vivere il presente. Il qui e ora è l’unica cosa che esiste.
I principi del Reiki invitano a vivere il presente senza l’influenza del passato e del futuro. Oggi, non ieri, non domani, per essere consapevoli attimo per attimo.

·         Solo per oggi non ti arrabbiare: essere arrabbiati produce energia pesante che danneggia la tua salute. Arrabbiarsi è sintomo di un desiderio di controllo: cercare di imporre la propria volontà o il proprio controllo significa dividersi dal resto dell’Universo.

·         Solo per oggi non ti preoccupare: preoccuparsi significa vivere nel passato o nel futuro: solo per oggi vivi il presente e anziché preoccuparti, occupati. Sopra ogni altra cosa preoccuparsi significa dimenticare che nell'Universo esiste una forma di previdenza (Dio) che non ti abbandona mai.

·         Solo per oggi sii grato: ringrazia per le molte benedizioni, non dare tutto per scontato, il sorgere del sole, l'acqua che esce dal rubinetto... ma prendi coscienza che ci sono forze che lavorano per noi e con noi, mantieni un approccio di gratitudine nei confronti della vita, per le opportunità di esperienza e crescita che ti vengono continuamente offerte, non sprecarle.

·         Solo per oggi lavora con dedizione: significa nobilitare i propri intenti, è molto importante l'onestà verso sé stessi, verso i propri valori, verso quello che ritieni giusto. Il lavoro è l’espressione della tua interiorità, del modo in cui ritieni di poter essere utile alla collettività.

·         Solo per oggi sii gentile: con il tuo vicino e con ogni essere vivente. Siamo tutti figli di Dio e dell'Universo, siamo tutti parte di un Tutto, onorare e rispettare gli esseri viventi significa onorare e rispettare te stesso.

Fonti Varie:

giovedì 26 maggio 2016

EFT – Emotional Freedom Technique (TECNICA DI INDIPENDENZA EMOZIONALE)


Ho raccolto e condensato in quest’articolo da diverse fonti un po’ di informazioni sull’EFT.
Buona Lettura e …
Felice Vita in Libertà
Salvo
*******

EFT è l’acronimo di Emotional Freedom Techniques.  EFT è una tecnica che combina l’antica sapienza cinese dell’acupressione ai moderni approcci basati sul potere della parola.
A differenza della PNL che è per definizione di uno dei suoi creatori “non scientificamente provabile” l’EFT (e altre tecniche energetiche) stanno ottenendo sempre più riconoscimento all’interno della comunità scientifica.
Consiste nella stimolazione, picchiettamento, di alcuni punti del corpo e nella contemporanea espressione verbale di brevi e semplici parole.

Bruce Lipton, famoso biologo, lo definisce: “Un semplice e potente processo che puó profondamente influenzare l’attivitá dei geni, la salute ed il comportamento”

"agopuntura psicologica … agopuntura senza l’uso di aghi”

Si tratta di una tecnica di auto-aiuto per il riequilibrio energetico, creata da un ingegnere statunitense, Gary Craig, il quale, a partire da una tecnica energetica chiamata TFT (Thought Field Therapy - Pensiero Terapia del campo), ha creato un sistema semplice, rapido ed efficace. Eft è così semplice che viene utilizzata non solo dagli adulti ma anche dai bambini.

Si tratta di un metodo definito comunemente “agopuntura senza l’uso di aghi” e fa parte delle Tecniche Energetiche sui Meridiani*.

Consiste nella stimolazione, tramite auto-picchiettamento,  di una serie di punti del corpo corrispondenti a 14 Meridiani, quelli dell’agopuntura cinese per intenderci; ci si picchietta o massaggia o preme i punti mentre si focalizza la mente sul problema che ci sta a cuore, che vogliamo trasformare, oppure su un obiettivo che vogliamo raggiungere, un desiderio non ancora soddisfatto… o si ripetono delle frasi che ci aiutano a conoscere e  focalizzare il problema.
EFT richiama la tecnica dell’agopuntura della Medicina Tradizionale Cinese (MTC)  e si basa sul concetto di riequilibrio dell’energia vitale, sciogliendo l’energia bloccata che nutre alcuni nostri problemi (fisici, reazioni emotive non desiderate e convinzioni limitanti).

Se ben appresa ed applicata, EFT permette di individuare e trasformare i blocchi (per la maggior parte inconsci) che limitano la naturale espressione dei propri talenti. Già, perché ogni creatura ha dei talenti ed il metterli in pratica serve non solo all’individuo, ma all’intero sistema che può alfine giovarsene. Quando una persona manifesta nella pratica il suo pieno potenziale, è una festa per tutti poiché ogni elemento dell’ambiente ne viene illuminato. EFT può aiutare a gestire stati emotivi difficili (paure, dipendenze, blocchi, ansie, “seghe mentali”), ad individuare e sciogliere i conflitti causa di molti sintomi fisici, a trasformare comportamenti indesiderati, a scoprire i propri talenti, a lasciar andare le ferite del passato, a focalizzare meglio il futuro, e tanto altro ancora.


“La naturale tendenza di una stella è splendere; quella di un essere umano è evolvere.
La lamentela è il mezzo più efficace e garantito per rallentare la propria crescita e perdere energia.” (Andrea Fredi)


Il pensiero è energia. Ciò che pensiamo oggi determina ciò che vivremo domani. Ma ciò che pensiamo oggi è frutto delle "istruzioni per l’uso" che custodiamo, spesso ignari, dentro di noi.... Le nostre convinzioni. Ecco perché è fondamentale pensare bene! E la prima cosa da fare è dedicarsi a modificare quelle "istruzioni per l’uso" rendendole a noi favorevoli.

Infatti, ogni volta che lasciamo spazio a pensieri negativi, produciamo energia negativa. Iniziare ad "ascoltare" i nostri pensieri, ripulirli da inutili zavorre per meglio indirizzarli è presupposto fondamentale per garantirci un futuro più sereno e libero da contrattempi e disequilibri. Spesso il carattere sfavorevole di ciò che pensiamo è causato dai più comuni sentimenti negativi quali insoddisfazione, frustrazione, rabbia, rancore, gelosia, odio che, anche a livello inconscio, stazionano in noi e, pur contro la nostra volontà "cosciente", caratterizzano i nostri pensieri e le nostre azioni.
Con EFT, una semplicissima tecnica di rilascio emozionale, possiamo ripulirci con semplicità da tutto ciò che ci limita riscrivendo le nostre "istruzioni per l’uso", eliminando quelle vere e proprie zavorre che ci impediscono di progredire, di evolverci, di vivere una vita serena.

Abbandonandoci finalmente a una purezza di pensiero prima sconosciuta.
Con EFT impareremo a formulare pensieri d’amore, di abbondanza, di felicità, di perdono, che ci porteranno nella vita gioia, ricchezza, salute, affetti. 

“Tutto quello che siamo è il risultato di ciò che abbiamo pensato”
Il Buddha

Tutto ciò che pensiamo di noi stessi è ciò che diventa reale nella nostra vita.

Ciò che crediamo di noi, l’immagine che abbiamo di noi stessi è ciò che proiettiamo verso gli altri. Gli altri, il mondo, ci percepiscono esattamente come noi ci presentiamo. Se non crediamo in noi stessi, nessuno crederà in noi. Come potremmo mai pensare di essere amati e accettati dal prossimo se noi siamo i primi a non amarci e accettarci?
Ecco perché l’accettazione di noi stessi è la chiave per qualunque cambiamento positivo. Questo vuol dire iniziare ad amarsi ed essere consapevoli di meritare. E se amiamo e accettiamo noi stessi completamente e profondamente (chi conosce i fondamenti di EFT sa che questa è la frase di apertura, la cosiddetta inversione energetica) e di conseguenza anche il nostro prossimo, ci poniamo nella condizione ideale per attrarre nella nostra realtà quotidiana persone e situazioni connesse e sintonizzate su questa lunghezza d’onda di pensiero.
Persone che ci amano e ci stimano perché noi ci amiamo e ci stimiamo.
*******
Breve descrizione dell' EFT
*******


 *******
Manuale EFT di Gary Craig:
 *******
Fonti articolo:


*I meridiani:
Secondo la medicina tradizionale cinese (MTC), lungo il corpo umano scorrono dei canali di energia detti meridiani, analoghi a vasi o ad arterie, che formano un sistema organico. Si tratta di flussi energetici di materia fine (energia sottile), non riscontrabili direttamente a livello sensoriale, anche se ci sono studi che sembrano provarne l’esistenza (http://www.dionidream.com/meridiani-energetici-esistono-davvero/).
I Meridiani vengono associati ai principali organi.


mercoledì 25 maggio 2016

“La Fabbrica dei Malati” – Marcello Pamio presenta il suo nuovo Libro al Castle Vegetarian Festival di Sarzana

La Fabbrica dei Malati
come l'industria farmaceutica crea milioni di malati
Presentazione del Libro di Marcello Pamio 
Sabato 30 Luglio ore 17:00
Presso lo stand Armonia dell’Essere
2ª edizione del Castle Vegetarian Festival 
(Fortezza Firmafede - Sarzana (SP) 
29-30-31 Luglio 2016)
 

"La scienza medica è un'impresa industriale gestita e controllata da produttori (medici, ospedali, laboratori farmaceutici) che incoraggiano la diffusione di procedimenti d'avanguardia costosi e complicati, e riducono così il malato e i suoi familiari allo stato di docili clienti"
Ivan Illich
 
"Il modello di business dell'industria farmaceutica è basato proprio sull'allargamento della sfera delle malattie: il marketing creativo serve ad ampliare il bacino di clienti, convincendo chi è probabilmente sano a ritenersi almeno moderatamente malato".
Allen Frances, medico psichiatra.
 

La commercializzazione della malattia è l’arte raffinata di vendere malanni, un modo efficace per spacciare farmaci ed esami che portano a profitti enormi.
 
Tale commercializzazione richiede una regia ben precisa, degli attori principali, secondari e molte comparse. Le aziende farmaceutiche (registi e produttori) devono per forza di cose coinvolgere i medici (attori protagonisti) per prescrivere le ricette, devono coinvolgere i ricercatori (attori non protagonisti) che inventano veri e propri nuovi disturbi, i gruppi di pazienti e/o famigliari di malati (comparse) che richiedono a gran voce un supplemento di terapia, e infine i pazienti veri e propri che richiedono tali farmaci perché convinti di essere malati (spettatori incoscienti).
 
Lo scopo del presente lavoro è di svelare la trama e la sceneggiatura di questo documentario, visto e vissuto ogni anno da centinaia di milioni di persone… Soltanto se si conosce esattamente come lavora il Sistema si è in grado di difendersi.
 
Le persone prive di una corretta e completa informazione finiranno tutte, chi prima chi dopo, stritolate dalla macchina infernale del marketing farmaceutico. è solo questione di tempo.

Indice del Libro:
Introduzione
  • Il mercato della malattia
  • Farmaci e sperimentazione animale
  • Big Pharma
  • Medici nel mirino
  • Principali cause di morte
  • Allarme medicalizzazione
1 - Piano conoscitivo
  • Manipolazione delle informazioni
  • Alcune tecniche del controllo
2 - Piano quantitativo
  • Abbassamento dei valori di normalità
  • Alcuni esempi di abbassamento dei valori di normalità
  • Osteoporosi
  • Neonati e percentili
  • Vaccinazioni pediatriche
3 - Piano temporale
  • Anticipazione nel tempo delle diagnosi
  • Il calendario delle malattie
  • Importanza delle parole
  • Importanza dell'informazione
  • Screening per il tumore alla mammella
  • Screening per il cancro al polmone
  • Screening per il cancro alla prostata
  • Biopsia prostatica
  • Ricerca del sangue occulto fecale
  • Che cosa rivelano le autopsie?
  • Screening del cancro alla cervice uterina
  • Screening del cancro alla tiroide
  • Mappatura dei nei: screening del cancro alla pelle
  • Screening vascolare
  • Sovradiagnosi
  • Incidentalomi
  • Markers tumorali
4 - Piano qualitativo
  • Creazione di vere e proprie malattie
  • Gravidanza e parto
  • Menopausa
  • Screening mentali
  • DSM e le diagnosi inventate
  • Disturbo disforico premestruale
  • Disturbo da ansia sociale
  • ADHD: Disturbo da deficit di attenzione e iperattività
  • DDAI: Disturbo da deficit di attenzione degli adulti
  • Disturbo bipolare pediatrico
  • Sindrome delle gambe irrequiete
  • Risultato del Disease mongering
Conclusione
  • Che cosa possiamo fare
  • Il senso della malattia
Bibliografia
 
 
 
Marcello Pamio è Naturologo, divulgatore di Igiene Naturale, scrittore, giornalista, speaker radiofonico, insegnante di "Nutrizione Superiore", ricercatore empirico ed indipendente. E’ responsabile del sito www.disinformazione.it ed autore di numerosi libri e pubblicazioni su Salute, Benessere e molti altri argomenti di Informazione. Tiene Seminari, Corsi e Conferenze su varie tematiche inerenti la Salute ed il corretto e sano Stile di Vita in armonia con la Natura. Insegna Nutrizione Superiore in alcune scuole di Naturopatia ed organizza incontri informativi, eventi vari e week-end Detox con la sua Associazione Scienza ed Arte della Salute (www.artedellasalute.it). Conduce il programma radiofonico “Disinformazione e dintorni” su Radio Gamma 5 e scrive articoli per la rivista EfferveScienza (www.effervescienza.com/).

Operatore shiatsu ed appassionato di Medicina Tradizionale Cinese si occupa da molti anni di "medicine non convenzionali" con particolare attenzione ai sistemi terapeutici "dimenticati" e con i suoi libri, articoli e conferenze si occupa di divulgare tutte queste tematiche ed informazioni perché ora più che mai "La salute è essenzialmente informazione!" Tra i suoi principali e più recenti libri sulla Salute ed il Benessere troviamo:
 
Dettagli su questi e gli altri suoi libri li  trovate qui:
 
*******
Programma Completo del Castle Vegetarian Festival:
 
www.castlevegetarianfest.it
 

mercoledì 18 maggio 2016

Pratiche Detossificanti e Salutari.

Oggi desidero parlarvi di alcune pratiche che eseguite pochi minuti ogni mattina possono apportare grandi benefici ed aiutare la nostra detossicazione quotidiana.
Spazzolatura a secco, spugnatura a freddo e uso del netta lingua.
Qui di seguito tre interessanti articoli su tali pratiche...
Felice Vita Detox
Salvo
*******
Spazzolatura:
SPAZZOLATURA A SECCO PER ELIMINARE LE TOSSINE.
Ognuno di noi ha cinque percorsi principali per l'eliminazione delle sostanze di rifiuto: il colon, i reni, il fegato, i polmoni e la pelle.
Di questi, la  nostra pelle è l'organo più grande per l'eliminazione delle tossine, tanto da essere chiamata a volte come il terzo rene per via del suo ruolo nella disintossicazione del corpo.
Infatti fino a 1/3 di tutte le impurità del corpo sono espulse attraverso la pelle e sarà sempre il primo organo a mostrare sintomi di squilibrio e tossicità.
Se la pelle non riesce a rilasciare le tossine in modo efficiente, si potranno riscontrare eruzioni cutanee, acne, orticaria, prurito o anche eczema e psoriasi.
La spazzolatura a secco della pelle è un modo semplice ed efficace per favorire l'eliminazione delle tossine.
È un vecchio metodo europeo promosso da molti medici naturopati come Sebastian Kneipp, padre dell'idroterapia nel movimento delle cure naturali.
È una pratica che permette di eliminare molto più materiale di scarto rispetto a qualunque sapone.
La spazzolatura a secco tonifica la pelle, migliora la circolazione, favorisce la circolazione del sangue e la crescita di nuove cellule.
BENEFICI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO.

- Rimuove la cellulite.
La pratica quotidiana della spazzolatura a secco favorisce l'eliminazione della cellulite ed un miglior tono muscolare.

- Rimuove gli strati di pelle morta e le altre impurità donando una pelle liscia, compatta e luminosa.
- Ringiovanisce il sistema nervoso stimolando le terminazioni nervose della pelle.
- Rassoda la pelle prevenendo l'invecchiamento precoce.
- Stimola la circolazione e aiuta la digestione.
- Agisce sulla linfa e sul sistema ghiandolare drenando i liquidi ed eliminando i gonfiori.
- Migliora la qualità del sonno.
È consigliabile eseguire la spazzolatura  preferibilmente al mattino prima della doccia.
Va eseguita con movimenti dal basso verso l'alto,  in direzione del cuore, evitando le zone che sono irritate o danneggiate.
***



*******
Spugnatura:

Per spugnatura si intende lo strofinamento di una parte della superficie corporea con una pezza umida, ovvero immersa nell’acqua fredda e poi strizzata.

Utilizzate una bacinella piena di acqua fredda (12-18°C) e una pezza ruvida o a trama grossa, ripiegata diverse volte, la quale verrà bagnata tutte le volte che sarà necessario per evitare che si riscaldi con il calore trasmesso dal corpo del paziente o dalla mano di chi la applica…se la pezza si riscalda l’effetto terapeutico provocato dall’acqua fredda va perso.
Come per tutte le altre applicazioni di acqua fredda, vale il principio per cui il corpo deve essere caldo prima di intervenire, e deve riscaldarsi come reazione a essa. Per questo che le spugnature andrebbero fatte la mattina approfittando del fatto che il corpo è ancora caldo grazie al calore diffuso e mantenuto dal letto.
Verranno fatte rapidamente riparando o coprendo con il pigiama e le coperte ogni parte del corpo dopo averla lavata, evitando che si raffreddi.
Si possono ottenere effetti di vario genere:
RINVIGORIMENTO DELLO STATO DI SALUTE GENERALE DELLA PERSONA.
Rafforzamento della capacità reattiva dell’organismo e in particolare della pelle, la quale si adatterà più rapidamente ai cambiamenti climatici e agli stimoli termici esterni.

Per questa ragione le spugnature costituiscono un eccellente strumento per AUMENTARE LA RESISTENZA FISICA E PREVENIRE LE MALATTIE DA RAFFREDDAMENTO:
Infezioni delle vie respiratorie superiori (influenza, angina, raffreddore, bronchite, polmonite), disturbi di tipo cardiocircolatorio, reumatismo articolare.
Processi febbrili. Su di essi ha un ottimo effetto l’applicazione, in presenza della febbre, di una serie di spugnature effettuate ogni 20 o 30 minuti, dopo le quali ricoprirete bene il paziente affinché si riscaldi.
Grazie a ciò si riesce ad attivare la circolazione sanguigna della pelle e pertanto la traspirazione.
Per la loro notevole AZIONE TRANQUILLIZZANTE O SEDATIVA, si usano le spugnature anche per combattere il nervosismo e l’insonnia, anche se in quest’ultimo caso è possibile che si debbano ripetere un paio di volte durante la notte, a seconda della necessità.

Articolo di Sonia Tarantola
***

 *******
Nettalingua:
(…) Le tossine che durante la notte si depositano sulla lingua formano una patina biancastra che è bene rimuovere come prima cosa al mattino, per evitare che vengano ingerite nuovamente. L’azione quotidiana del Nettalingua agisce favorevolmente su:
        Eliminazione delle tossine depositate sulla lingua
        Eliminazione dell’alito cattivo
        Riduzione della formazione della placca batterica
        Riduzione dell’eccesso di muco
        Riduzione di problemi gengivali
(…)
Uso: Tenere le due estremità del Nettalingua nelle mani e raschiare delicatamente la lingua dall'interno verso l'esterno. Sciacquare il Nettalingua sotto l’acqua corrente ad ogni passaggio. Usare fino all’eliminazione completa della patina biancastra.
L’utilizzo quotidiano del Nettalingua è importante sia per l’igiene orale che per lo stato di salute generale.