giovedì 10 maggio 2018

La Nostra Salute




Recentemente diverse persone di mia conoscenza hanno lamentato problemi di salute più o meno gravi e più o meno sintomatologici.

Secondo me è importante distinguere due aspetti fondamentali della salute che si possono riassumere in: "come mi sento" (dal punto di vista fisico ma anche emozionale e mentale)  e cosa dicono le analisi cliniche in base a dei freddi, asettici e generici valori di riferimento.  

"Ti senti bene? Sei contento? Respiri bene? Hai appetito? Digerisci bene? Vedi? Senti? Parli? Defechi regolarmente? Ti tira? Ti alzi volentieri la mattina? Vai a dormire appagato e stanco e dormi senza pillole? Il cuore batte bene e regolarmente? La lingua e l’alito sono puliti? Ti senti in forma e voglioso di fare delle cose? Reagisci con calma alle offese della vita? Hai energia? Sai dare un senso alla tua vita? Ti emozioni ancora? Ti alimenti regolarmente senza bisogno di droghe e di integratori di alcun tipo? Questi sono sempre stati e sempre rimangono i veri ed infallibili parametri per dirti che sei sano".
(Valdo Vaccaro)

Un disequilibrio di Salute dal punto di vista sintomatologico (mi sento male, ho dei disturbi, mi sento stanco o senza energie, non riesco a dormire bene o a fare determinate cose che riuscirei a fare) è importante non sottovalutarlo; questo però non vuol dire affidarsi a cure mediche e medicinali che possono risolvere il sintomo, ma non si preoccupano certo di trovare la causa profonda del disagio, piuttosto un disequilibrio della Salute va  ascoltato e capito ... può essere dovuto da cause fisiche (alimentazione, stress fisico etc) ma anche da cause emozionali.

"Le medicine possono solo far scomparire il sintomo del male, non guariscono affatto il malato e a causa della loro tossicità aggravano solo lo stato generale della salute del paziente."
(Albert Mosséri)

Dal punto di vista clinico invece il disequilibrio della salute (o comunemente detto malattia) è solo frutto di analisi cliniche rapportate a range di valori prestabiliti in modo arbitrario.

In modo arbitrario perchè anche se tali range di valori sono "legali" non possono essere reali e veritieri per tutti (non è corretto generalizzare), perchè ognuno di noi è diverso dagli altri, inoltre  ogni singolo valore non va analizzato singolarmente ma nel complesso.

Non voglio annoiarvi con esempi in cui valori sotto range sono in realtà perfetti nel contesto dell'intero organismo e/o nel momento specifico di un determinato individuo, ma voglio solo stimolarvi ad aprire gli Occhi, la Mente ed anche il Vostro Sentire, affinché non crediate più ciecamente a quello che vi viene detto a prescindere che il vostro interlocutore siano i mass media o il vostro medico.

Un'immagine vale più di mille parole ...

Tra l'altro certe analisi cliniche fanno un'istantanea della situazione in un determinato momento senza tener conto del contesto, tra gli esempi più eclatanti troviamo l'esame del PSA  per il controllo della prostata che può essere facilmente falsato nel caso in cui di recente ci sia stata una forte sollecitazione dell'area interessata (come un'intensa giornata in bici o altro), ma anche una semplice analisi del sangue che può avere dei valori in forte disequilibrio semplicemente perchè ci si trova in un periodo di Detox dell'organismo.

Inoltre i pensieri e lo stato d'animo emozionale possono influenzare pesantemente sia la Nostra Salute e sia i relativi valori presi come riferimento  della stessa, ma purtroppo molto spesso non gli viene data la giusta rilevanza.

"Stai bene? Non andare dal medico, perché ti farebbe facilmente ammalare.
Stai male? Non andare dal medico, perché ti aggraverebbe la situazione.
Ci sei già andato? Ricordati e prendi nota di quello che ha detto, e poi fa esattamente l’opposto, se vuoi saltarne fuori intatto."
(Robert Mendelsohn)

Infine vi lascio questo spunto per un eventuale approfondimento:
... e se la nostra Salute fosse influenzata anche dallo stato Evolutivo della nostra Anima ?

Meditate gente, meditate ;-)

Felice Vita
Salvo






martedì 8 maggio 2018

Libera-Mente: Yoga, Bagni di Gong, Meditazioni e tanto altro ...

Libera-Mente
6-7-8 Luglio 2018 a Valmozzola (PR)
presso La Querciola B&B in Strada Branzone-Granara, 32



Un week-end per lasciar andare la mente immergendosi in:
Yoga, Meditazioni, Bagni di Gong, Passeggiate nella Natura, Relax, Alimentazione Naturale, Sessioni individuali di Reiki, Campane Tibetane, Riflessologia Plantare, Gong e Suoni, Ortho Bionomy e tanto altro ...

Amelia, Marinella, Luca e Salvatore vi condurranno in un week-end di Movimento, Vibrazioni, Rilassamento e Benessere

Per Informazioni e Prenotazioni:
Salvatore: 335-6475341 - Amelia: 347-0430673

Prenotazioni entro Domenica 24 Giugno per motivi organizzativi.
Inoltre per chi prenota entro fine Maggio riceverà un Simpatico Omaggio.

Evento su Facebook: Libera-Mente 

*******

Location: LA QUERCIOLA B&B

Un luogo Meraviglioso e ricco di Energia immerso nel verde sull’appennino tosco-emiliano.



Il podere è situato nella natura incontaminata dell'Appennino Tosco Emiliano a 600 metri di altezza, in quella che un tempo era la Lunigiana: terra ricca di storia, arte e bellezze naturali, punto d'incontro tra Emilia, Liguria e Toscana.

Poiché crediamo nel potere salutare e vivificante della natura abbiamo scelto in Valditaro un luogo  in cui coltivare e accogliere in armonia con un contesto naturale ancora integro.
La Querciola offre anche un’accoglienza che consente di poter apprezzare e contemplare le bellezze naturali, recuperando energia, concentrazione e serenità.



Il casale, situato in posizione aperta e panoramica, è circondato da un bosco di querce secolari e da una natura integra completamente fruibile per attività all'esterno. L'interno è stato ristrutturato con cura e con uno stile sobrio utilizzando materiali naturali. La  struttura è organizzata in ampi spazi  per consentire anche momenti di vita  in gruppo e offre : stanze da 2, 3 e più letti, una grande cucina che volendo potrete usare liberamente, zona living con camino, servizi con docce e lavanderia.

Suggestivo il salone di 120 mq in pietra e legno, con tetto a capriata: è uno spazio polifunzionale indicato per svolgere attività di yoga, meditazione, danza, per far giocare i bambini.



I 23 ettari del podere offrono scorci diversi: il raccoglimento ombroso del bosco di querce, gli spazi a perdita d'occhio sulla dolce vastità della valle, la magia dei luoghi delle sorgenti, il paesaggio di due piccoli laghetti.



Passeggiando può capitare la sorpresa di fuggevoli incontri  con tassi, caprioli, volpi, cinghialetti oppure  di levare lo sguardo attirati dal verso acuto di falchi e poiane, o verso il cielo notturno illuminato solo dal chiarore delle stelle, della luna, delle lucciole.


" La natura non è un luogo da visitare , è casa nostra"
(Gary Snyder)


*******

INFO UTILI per raggiungere il B&B LA QUERCIOLA a VALMOZZOLA (PR) per il week-end di Libera-Mente:



Il B&B LA QUERCIOLA a VALMOZZOLA (PR) è a 12 km dal casello autostradale di Borgotaro oppure a 15’ dalla stazione di Borgotaro.
Le distanze dei maggiori centri urbani: Parma 60 km (45 minuti), La Spezia 70 km (1 ora), Versilia 120 km (1 ora e 15 minuti), Genova 150 km (1 ora e 30 minuti), Bologna 145 km (1 ora e 30 minuti), Firenze 150 km (1 ora e 45 minuti), Milano 170 km (1 ora e 45 minuti)

COME ARRIVARE IN AUTOMOBILE:
Prendere l'autostrada A11 PARMA-LASPEZIA e uscire al casello BORGOTARO.

Seguire indicazioni Borgotaro per circa 6 Km, fino ad un cartello blu con scritto Roccamurata. Immediatamente dopo svoltare a destra per Branzone Lago Pesci. Passare lo stretto ponte sul fiume , girare a sinistra e. proseguire per Granara.
Dopo il cartello Branzone Chiesa Colla si incontra un bivio, girare a destra e proseguire fino a che si incontra sulla sinistra una salita asfaltata con indicazione “La Querciola”.

COME ARRIVARE IN TRENO:
Le stazioni Ferroviarie di Borgo val di Taro e di Berceto distano 10 minuti di auto/taxi.
Per chi arriva in treno siamo disponibili per fare un servizio Navetta.





venerdì 30 marzo 2018

Gong planetari, il suono della guarigione


Benessere, Trasformazione e Realizzazione
dal Suono dei Gong Planetari
di Roberta Marzola

I Gong e la scienza


Il ricercatore e musicoterapeuta Fabien Maman ha pubblicato nel suo libro “Quando la musica guarisce” i risultati di un esperimento su cellule cancerose. Ha dimostrato che sottoponendo le cellule a 21 minuti del suono del Gong, il suono ha progressivamente destabilizzato la struttura delle cellule, provocando infine la loro esplosione.

Il suonatore di Gong americano Richard Rudis ha pubblicato un video dove viene effettuata un’analisi del sangue attraverso un microscopio elettronico, prima e dopo un bagno di Gong. Nel video si vede che le cellule del sangue hanno subito una modificazione e una regolarizzazione.

Oggi la pratica del Bagno di Gong si è diffusa ovunque, non esiste continente dove il Gong non suoni. La pratica viene sempre caratterizzata dall’esperienza dei singoli suonatori.

Il suono che trasforma corpo, mente spirito

Più che un semplice strumento musicale, il Gong è un agente di trasformazione, visto che, quando viene suonato, il corpo, la mente e lo spirito cambiano.

Il Suono del Gong è una riproduzione del suono primordiale della creazione. Ogni volta che si riceve il Suono del Gong viene ricordato alla coscienza “da dove veniamo”, viene stimolata la “presenza” a noi stessi, si ricevono informazioni che indicano “dove stiamo andando”, permette di creare, di viaggiare ed entrare in vari stati di realtà trascendente, raggiunge i livelli profondi dell’essere e consente di riconoscere gli aspetti dissonanti nella vita e riportare l’armonia.

Le cellule vengono massaggiate e irrorate di energia benefica favorendo uno stato di benessere dopo aver ricevuto solamente 45 minuti di suono, poiché attiva i meccanismi di autoguarigione e consapevolezza individuale.

I Gong nella storia

Considerati magici da molte civiltà, i Gong venivano usati per guarire i malati, per scacciare gli spiriti maligni, per evocare gli elementi e anche come fonte primaria per raggiungere stati di coscienza non ordinari, condizione necessaria per ottenere intuizione e ispirazione. Questa relazione tra il Suono e la Coscienza è la base di tutte le scienze yogiche.

Il Gong era anche un simbolo di prosperità e veniva usato addirittura come valuta: molti prìncipi e capi dimostravano infatti la propria ricchezza e il proprio rango attraverso il Gong che possedevano.

Inoltre il Gong ha recitato un ruolo importante nelle cerimonie, nei rituali e nei viaggi interiori di tutte le popolazioni della Terra: i principali rituali riguardanti nascite, matrimoni, iniziazioni e morti, erano accompagnati dal risuonare del Gong.

I Gong planetari

Il Gong viene conosciuto in occidente a fine anni ’60 tramite Yogi Bhajan, padre dello Yoga Kundalini, che si era trasferito dall’India negli Stati Uniti per diffondere la sua pratica, di cui il Gong era ed è parte integrante. Alle sue lezioni partecipava anche un giovane attore americano di nome Don Conreaux. Fu proprio quest’ultimo a intuire che il Gong, grazie al potente suono che genera, poteva divenire il centro di una pratica innovativa e determinante per l’evoluzione della coscienza. Nascono così le sessioni di “Gong Bath” ossia i Bagni di Gong.

Contemporaneamente, in Germania, il geniale matematico e musicologo Hans Cousto elaborò un algoritmo matematico che trasformò l’orbita dei pianeti in un suono specifico, misurato in hertz e udibile all’orecchio umano. La sua fu una scoperta sensazionale, che rivoluzionò il modo di produrre musica.

Le frequenze calcolate da Cousto, vennero applicate con successo ed entusiasmo dall’azienda Paiste, che creò appositamente un reparto di ricerca e sviluppo, all’interno del quale sperimentarono insieme i suoi calcoli e le sue intuizioni, facendoli diventare concreti nella moderna forma dei Gong Planetari.

I Gong Planetari intonati sulle frequenze dei singoli pianeti permisero a Don Conreaux di sviluppare una tecnica di suono rivoluzionaria, che consente al suonatore di sintonizzarsi con gli Archetipi Planetari, trasmettendo l’armonia delle sfere, la famosa “idea” di Pitagora.

(…)

Articolo di Roberta Marzola, scritto in collaborazione con Gianluca Nani e Angela Noli – Nai Dan Gong Naturopatia.


martedì 20 marzo 2018

Bagno di Suoni e di Gong a Sarzana


Bagno di Suoni e di Gong a Sarzana
Sabato 31 Marzo ore 19:00

presso il Centro Polivalente ex mercato Vecchio - Sala Ocra
Via Arnaldo Terzi - Sarzana (SP)


Un'immersione nei Suoni Primordiali per entrare in risonanza con l’Armonia della Natura e Ricontattare Se Stessi.

Sarete accompagnati dal Suono di meravigliosi strumenti come Gong, Campane Tibetane, Handpan, Tamburo Sciamanico, Ocean Drum, Thunder Tube, Campane Koshi, Bastone della Pioggia, Chimes, Cimbali e tanti altri ...

E’ RICHIESTA LA PRENOTAZIONE
Informazioni e Prenotazioni: Salvatore 3356475341

Importante da portare :
- Tappetino Yoga
- Copertina
- Cuscino
Si consigliano abiti comodi ed una bottiglietta d'acqua.

giovedì 15 marzo 2018

VIbriAMO


VIbriAMO
Domenica 29 Aprile dalle 09:45 alle 18:30

Presso il Centro Sociale Bradia 
in Via dei Molini,150 - Sarzana (SP)



Yoga, Bagni di Suoni, Massaggi ed Alimentazione Naturale


Federico, Alessia, Marinella e Salvatore vi condurranno in una giornata di Movimento, Vibrazioni, Rilassamento e Benessere

Per informazioni e prenotazioni: 
Federico 347/6462581 
Salvatore 335/6475341

vi apettiAmo 

Programma Dettagliato della Giornata: