giovedì 15 giugno 2017

UN WEEK END DI RICONNESSIONE


UN WEEK END DI RICONNESSIONE
Un week end, in un luogo Meraviglioso e ricco di Energia immerso nel verde sull’appennino tosco-emiliano, all'insegna di:

  • Bagno di Suoni
  • Yoga
  • Meditazioni Attive
  • Rito del Fuoco
  • Passeggiate nel verde
  • Contemplazione della Natura
  • Informazioni su Alimentazione Naturale
  • Degustazioni Sensoriali
  • Relax e connessione con la Natura
Con:


Elena Bianchini Gong Master
Negli anni è nato l’intento di esplorare Chi realmente vive dentro di me, alla ricerca di un contatto vero con Anima e Spirito.
Dal ’98 sono Tempi di meditazione, corsi di Reiki, Shiatsu, Workshop incentrati sugli insegnamenti della Dolce Medicina degli Indiani d’America, capanne sudatorie, finchè è esploso in me il desiderio di Armonia e di Unione Corpo - Anima – Spirito ed è giunto…il Suono, il Canto Armonico, la passione per mille strumenti di cui ignoravo l’esistenza e che ora fanno parte integrante della mia vita.
Grazie al corso di Gong Master Training, ho riconosciuto la mia via e riscoperto anche il potere della voce.
Da tutto questo ho creato “BAGNO DI SUONI” (www.bagnodisuoni.it) e con questa realtà ora eccomi a viaggiare con i miei strumenti, il mio bagaglio interiore di Amore e Armonia per portarli a conoscenza di persone che proprio di armonia, gioia e benessere interiore sono alla ricerca.


Matteo Gelatti musicista e ricercatore in ambito Olistico. A vent'anni circa ho avuto l'esigenza di addentrarmi sempre più in alcuni percorsi introspettivi, qualche cosa che sì, aiutasse il mio corpo, ma che questo beneficio andasse a toccare corde più sottili e profonde. Il mio cammino si forma tra corsi di Meditazione, Reiki, Yoga, e in particolare corsi di Massaggio Sonoro con Ciotole Tibetane.
A queste esperienze si sono aggiunti nel tempo: Didjeridoo, Disco Armonico, Bansuri e la Voce; strumenti che accompagnano serate Meditative e di Bagno di Suoni.


Marinella Mazzola foodblogger, casalinga felice, ricercatrice indipendente ed appassionata di Igiene Naturale. Ha una grande passione per la cucina e per il cibo.
Ha partecipato ad eventi di interesse nazionale tenendo show cooking, workshop culinari, corsi di cucina e preparato catering. Da tre anni pratica un’alimentazione consapevole: consapevole di quello che c’è nel piatto e cosa c’è dietro.
Ha unito la sua passione per la cucina alla passione per la scrittura nel suo blog ( www.maryincucina.it ) e nel suo libro “La Semplicità in Cucina”.


Salvatore Iaccarino blogger, ricercatore empirico indipendente ed appassionato di Igiene Naturale, Energia e Vibrazioni.


Presso: La Querciola B&B
Strada Branzone-Granara 32
Valmozzola (PR)
Ritrovo 21 Luglio: ORE 18:00
Info e prenotazioni: Salvatore 335 6475341 - laspeziaconsapevole@gmail.com



Location: LA QUERCIOLA B&B

Il podere è situato nella natura incontaminata dell'Appennino Tosco Emiliano a 600 metri di altezza, in quella che un tempo era la Lunigiana: terra ricca di storia, arte e bellezze naturali, punto d'incontro tra Emilia, Liguria e Toscana.

Poiché crediamo nel potere salutare e vivificante della natura abbiamo scelto in Valditaro un luogo  in cui coltivare e accogliere in armonia con un contesto naturale ancora integro.

La Querciola offre anche un’accoglienza che consente di poter apprezzare e contemplare le bellezze naturali, recuperando energia, concentrazione e serenità.


" La natura non è un luogo da visitare , è casa nostra"
(Gary Snyder)
Il casale, situato in posizione aperta e panoramica, è circondato da un bosco di querce secolari e da una natura integra completamente fruibile per attività all'esterno. L'interno è stato ristrutturato con cura e con uno stile sobrio utilizzando materiali naturali. La  struttura è organizzata in ampi spazi  per consentire anche momenti di vita  in gruppo.
Suggestivo il salone di 120 mq in pietra e legno, con tetto a capriata: è uno spazio polifunzionale indicato per svolgere attività di yoga, meditazione, danza, per far giocare i bambini ...

I 23 ettari del podere offrono scorci diversi: il raccoglimento ombroso del bosco di querce, gli spazi a perdita d'occhio sulla dolce vastità della valle, la magia dei luoghi delle sorgenti, il paesaggio di due piccoli laghetti.

Passeggiando può capitare la sorpresa di fuggevoli incontri  con tassi, caprioli, volpi, cinghialetti oppure  di levare lo sguardo attirati dal verso acuto di falchi e poiane, o verso il cielo notturno illuminato solo dal chiarore delle stelle, della luna, delle lucciole.

--------------------------------------------------
INFO UTILI
--------------------------------------------------

Il B&B è a 12 km dal casello autostradale di Borgotaro oppure a 15’ dalla stazione di Borgotaro .

Le distanze dei maggiori centri urbani: Parma 60 km (45 minuti), Milano 170 km (1 ora e 45 minuti), Bologna 145 km (1 ora e 30 minuti), Firenze 150 km (1 ora e 45 minuti).

Dal mare: Chiavari 60 km (1 ora); La Spezia 70 km (1 ora); Versilia 120 km (1 ora e 15 minuti); Genova 150 km (1 ora e 30 minuti).

COME ARRIVARE IN AUTOMOBILE:
Prendere l'autostrada A11 PARMA-LASPEZIA e uscire al casello BORGOTARO.

Seguire indicazioni Borgotaro per circa 6 Km, fino ad un cartello blu con scritto Roccamurata. Immediatamente dopo svoltare a destra per Branzone Lago Pesci. Passare lo stretto ponte sul fiume , girare a sinistra e. proseguire per Granara.

Dopo il cartello Branzone Chiesa Colla si incontra un bivio, girare a destra e proseguire fino a che si incontra sulla sinistra una salita asfaltata con indicazione “La Querciola”.


COME ARRIVARE IN TRENO:
Le stazioni Ferroviarie di Borgo val di Taro e di Berceto distano 10 minuti di auto/taxi.

Per chi arriva in treno siamo disponibili per fare un servizio Navetta.

Namastè
OM


Alcune foto di eventi dello scorso anno a La Querciola:






martedì 13 giugno 2017

Testimonianza di Autoguarigione.



La scorsa settimana mi sono recato dal dentista per un'estrazione del dente del giudizio inferiore destro perché, come si può vedere dall'immagine, stava fuoriuscendo obliquamente spingendo sul molare antistante causandomi un forte dolore.

È stata un’estrazione complicata che è durata più di 1 ora perché il molare era “incastrato” e per tirarlo via è stato tagliato un pezzo del dente e dopo sono serviti 4 punti di sutura. Inoltre nell'estrazione insieme al molare è venuto via anche un pezzettino di osso mandibolare.

Ovviamente il Dentista aveva dato indicazioni di prendere anti-biotici, anti-infiammatori ed anti-dolorifici fin dal giorno precedente (quando mi ero recato per la visita) e per 5 giorni dopo l’intervento.

Ovviamente basandomi sulle mie conoscenze dell’Igiene Naturale non ho preso NESSUN anti-biotico, anti-infiammatorio ed anti-dolorifico né prima, né dopo.

Mi era anche stato fortemente consigliato di tenere del ghiaccio sulla guancia e mangiare del gelato per tenere sempre fredda la zona e contrastare l’infiammazione.

Ovviamente non credendo alle metodologie allopatiche dell’ "ANTI" non ho fatto neanche questo, ma ho semplicemente tenuto un foulard legato sulla testa per attenuare il dolore ed ho iniziato un digiuno (di 48 ore) per favorire i processi di Autoguarigione. Inoltre ho bevuto tanta acqua per permettere all'organismo di espellere l'anestesia ancora in circolo.

Avrei dovuto anche riposare per qualche giorno ed invece già dal pomeriggio sono uscito (faceva anche caldo) per precedenti impegni e mi sono un po’ affaticato facendo anche tardi la sera.
Questo è stato un errore, avrei dovuto riposare.

A quel punto il dolore è aumentato ed è aumentato anche  il gonfiore di tutta la zona interessata all'intervento, inoltre avevo una scarsa mobilità della mascella.

La notte ho dormito poco, ma ho continuato a non prendere NULLA ed il giorno dopo ho semplicemente riposato, continuato il digiuno e fatto degli sciacqui con acqua e bicarbonato ed acqua e limone.

Diversi amici e conoscenti mi hanno fortemente sconsigliato di continuare a non assumere anti-biotici e anti-infiammatori citandomi anche dei casi di persone di loro conoscenza con complicazioni gravi in seguito al loro rifiuto di assumere medicinali “post-intervento”, ma io ho perseverato nella mia decisione.

Nei giorni successivi il dolore è andato scemando, il gonfiore è diminuito e la mobilità mascellare è iniziata a migliorare. Ho deciso così di intraprendere la ripresa alimentare (dopo circa 48-60 ore di digiuno).

Dopo una settimana sono tornato dal Dentista per togliere i punti; ne era rimasto solo 1 perché gli altri 3 erano già “caduti” man mano che la ferita guariva.

Nessun problema, nessuna complicazione, nessun farmaco !!!

Ho solo lasciato agire la Natura nella sua perfezione, cercando di non ostacolare il suo operato e sono semplicemente guarito (auto guarito) come è normale che sia, dimostrando a me stesso (se ce n’era bisogno) l’attendibilità delle Leggi  della Natura divulgate dall’Igiene Naturale

Non sono medico e non intendo dare consigli medici, ma ci tenevo a divulgare la mia testimonianza per far riflettere sulle effettive potenzialità del nostro organismo, capace di Autoguarirsi, se solo gliene diamo la possibilità senza ostacolarlo (praticando riposo e digiuno), senza intossicarlo (evitando i farmaci) e senza indebolirlo (evitando farmaci e paure immotivate) .

“Quando si è ammalati è importante non fare niente,
ma questo niente bisogna saperlo fare molto, ma molto bene.”
(Dottor H.M. Shelton)



Felice Vita

Salvatore